Eugen Galasso

Eugen Galasso

Colombia: una strage che passa inosservata

L'attentato alla Escuela Nacionàl de Policia Santander a Bogotà, notoriamente capitale della Colombia, con 21 morti e 68 feriti, sembra non interessare, se non marginalmente, i media italiani (ma lo ha ricordato all'Angelus papa Bergoglio, latinoamericano).

Gli appoggi curiosi del terrorista Battisti

Cesare Battisti, che usurpa il nome del patriota socialista trentino della prima guerra mondiale suo omonimo, è in realtà - anche per la sua appartenenza ai "PAC"(proletari armati per il comunismo), gruppo meramente terrorista - un "pesce piccolo", ma interessante.

Sostanzialmente privo di ideali politici, che nel corso degli anni si è attribuito (ma non è "comunista", come rilevano i più intelligenti e onesti tra i siti dell'estrema sinistra), questo "piccolo uomo" (vedasi l'opera omonima di Wilhelm Reich "Ascolta, piccolo uomo") ha goduto di appoggi curiosi, da Bernard Henry-Levy, che certo comunista non è (anzi le sue opere, tra quelle dei "nouveaux philosophes" d'un tempo, sono le più anticomuniste), a François Mitterand (socialista assolutamente a-comunista, che però, in nome della "legalità repubblicana", ha voluto difenderlo) a madame Bruni, signora Sarkozy, a Fred Vargas, scrittrice di romanzi noir poetici e archeozoologa, a Vauro, il disegnatore satirico comunista a Roberto Saviano, che credo non conosca il significato del comunismo, ma solo quello della camorra, a Gabo (Gabriel Garcia Marquez), forse colto da un"momentary lapse of reason"...

Lo scrittore di gialli e forse d'altro (non mi prenderò la briga di leggerli, ritengo) appare oggi contrito, stanco, si dichiara "malato", forse in attesa di (speriamo improbabili) sconti di pena...

Eugen Galasso

Quanti possibili spunti per una crisi del governo giallo-verde! Succederà?

Alcuni "segnali" lanciati dal governo, o meglio, all'interno dello stesso, sembrano essere, se non anticipatori di una prossima crisi (ma non sappiamo...) di qualcosa che avverrà: A) L'accoglienza dei "migranti" non trova concordanza totale tra le posizioni di Salvini e quelle dei "Pentastellati"; B) Tempi e modalità di assegnazione del "reddito di cittadinanza" creano ulteriori problemi tra i due partner governativi; C) TAV-No TAV: questo il dilemma, che verrà rifoncolato dalla manifestazione di sabato, a cura della Lega, a favore della TAV, ovviamente, contro la quale invece i Cinque Stelle si spendono; D) La questione "legalizzazione della cannabis", antico progetto pannelliano, non è detto sia "nulla"... potrebbe essere un elemento che potrebbe innescare la crisi....anche se non subito.

Eugen Galasso

 

Decreto sicurezza al di fuori della tradizione culturale italiana

E' mai possibile che un paese di grande tradizione culturale e politica come l'Italia (certo molto "decaduta", negli ultimi tempi), che ha prodotto Dante, Machiavelli, Vico, Croce, Gramsci, Turati, Salvemini, Nenni, Craxi, non sia in grado di realizzare un decreto sicurezza che concili la stessa con lo spirito umanitario-sociale?

Certo che i sindaci e gli amministratori locali che oggi sfidano il decreto legge si pongono al di fuori delle regole anche costituzionali, salvo, certo, un possibile appello alla Corte Costituzionale.

Eugen Galasso

Subscribe to this RSS feed