Esodo e confini 2019, i film come veicolo di riflessione sulle migrazioni

Ha preso avvio lunedi 21 ottobre la nuova edizione di Esodo e Confini, la rassegna di film e di incontri ideata da Adel Jabbar, sostenuta dalla provincia di Bolzano e organizzata da Cedocs. Previste tre giornate dedicate come sempre al dialogo attraverso la cultura, utilizzando in particolare l'arte del cinema.

La sala del Cinema Capitol era folta di un pubblico attento ed interessato. E' interessante notare che ben 30mila bolzanini hanno visto l'invito alla manifestazione uscito su Facebook, e molti altri hanno potuto approfondire i temi presentati da Esodo e Confini tramite l'articolo uscito sul quotidiano Alto Adige come anche prendendo in mano il volantino di invito distribuito in città. Ma anche il Cinema Capitol ha contribuito a far conoscere questo appuntamento, proiettando nelle settimane che hanno preceduto l'inizio della manifestazione una slide di presentazione di Esodo e Consfini a beneficio degli spettatori dei film che si sono susseguiti nella sala.

La prima serata, lunedì 21 novembre 2019, ha visto la proiezione presso il Capitol Film Club di Bolzano di quattro film documentari: "Where is Europe", di Valentina Signorelli, "Rotta Contraria", di Stefano Grossi,"Il confine occidentale", di Luigi d'Alife e il "The Barber Shop", di Emilien Cancet e Gustavo Almenara. La serata era ad entrata libera.

Presenti in sala, con un folto numero di spettatori, il regista di “Rotta contraria”, Stefano Grossi ed il sindacalista UIL/SGK di origine albanese Artan Mullaymeri, che hanno avuto modo di condividere con il pubblico la loro passione per il sociale e la loro visione riguardo le migrazioni di oggi, rispetto a quelle del passato, compresa quella italiana. Infatti il film di Grossi ha raccontato storie di migrazioni tra Albania ed Italia ma anche tra Italia ed Albania, migranti che, in entrambe le direzioni, sono alla ricerca di occasioni per migliorare la loro vita.

È stata una grande occasione di confronto con esperti della materia, intervistati dall'ideatore del progetto Adel Jabbar. 

La rassegna continuerà la sera del prossimo 31 ottobre con altri interessanti film e con la presenza in sala della regista Simona Carnino.

 Esodo e confini 2019 locandina

I prossimi appuntamenti

  • Giovedì 31 ottobre, presso il Capitol Filmclub Bolzano, con 2 importanti proiezioni:

“The Power of Passport”, di Simona Carnino - regista che sarà presente in sala per un dibattito con il pubblico
“Libre”, di Michel Toesca

  • Venerdì 8 novembre, presso la Parrocchia Tre Santi (Viale Duca d'Aosta 25):

Serata di approfondimenti dedicata alle migrazioni con presentazione del libro "Cacciateli" di Concetto Vecchio (giornalista di Repubblica), dibattiti con diversi ospiti ed un concerto finale.

Per maggiori informazioni seguite la Pagina Facebook o sul sito Ufficiale

Last modified onSabato, 26 Ottobre 2019 21:38

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.