badanti

Il circolo "La Comune" sfrattato ... dalle logiche PD

Di passaggio a Bolzano, apprendo dell'estromissione "violenta" (sfratto eseguito alle 6 e 30 del mattino del giorno 9 maggio  scorso) del circolo "La Comune" dalla storica sede di via Longon 3, in zona adiacente al Liceo Classico "Carducci". Da notare che le altre associazioni culturali colà ospitate possono, invece, restare fino al prossimo 30 giugno. Chiare, per il cittadino/la cittadina non sprovveduto/a, le motivazioni del provvedimento: "La Comune", in particolare con il suo storico dirigente, Sandro Forcato, ha sempre fatto una politica culturale di sinistra (non di "centro-sinistra") mentre il sindaco dott. Gigi Spagnolli, quasi certamente ricandidato per la terza volta, persegue, anche in dissenso con il PD locale, una politica centrista, in quanto espressione delle associazioni cattoliche e dei movimenti ecclesiali, molti dei quali "cattoliconi" ("Katholen", in tedesco, a differenza dei più laici "Katholiken"), ma è anche appoggiato dalla SVP (che, quando sente odore di sinistra si dissocia violentemente, quasi come Goering quando sentiva parlare di cultura e "pone mano al suo revolvere"), cui deve la sua rielezione al primo turno quattro anni fa, ma anche il suo primo mandato.  

Idem vale per la Provincia, con l'assessore per la cultura in lingua italiana dott. Tommasini, preoccupato di non scontentare i partner in giunta provinciale... Se la costruzione del Polo Bibliotecario si deve iniziare, non è il modo per iniziarlo bene, anche considerando che lo stesso pare entri in funzione appena nell'ancora relativamente lontano... 2021...  Ma anche il Polo Bibliotecario è cosa futuribile ma anche discutibile (già troppe mani vi si sono "affacciate") e questione politica, mentre l'obiettivo di "sbattere fuori" (le modalità di esecuzione non consentono altra definizione) "La Comune", con i notevoli torti ma anche gli indubbi meriti di Forcato & Co. (aveva portato, tra l'altro,  a Bolzano il "Living Theatre" nella sua formazione storica con Julian Beck e Judith Malina, ben più rilevante dello stesso Dario Fo, ma anche molti concerti di indubbio rilievo), risente dell'"estremo centrismo" di Spagnolli e Tommasini che, avendo liquidato la destra o il centro-destra (che a Bolzano si è autodistrutta/o), ora menano fendenti a sinistra.

Giudicate voi, lettrici e lettori eventuali.  

Eugen Galasso

Last modified onDomenica, 05 Giugno 2016 12:55

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.