A Bolzano arriva "Intrecci", due giorni di cultura a 360°

Venerdì 9 e sabato 10 novembre 2018, presso il “Centro Trevi” di Bolzano (Via dei Cappuccini 28), dalle ore 18.00 alla tarda serata è in programma la due giorni di “INTRECCI: Incontri nella piazza della cultura”.

Si tratta di un evento ideato e curato dal sociologo Adel Jabbar e organizzato da CEDOCS, realizzato con la collaborazione del Circolo La Stanza, della Biblioteca Culture del Mondo e dell’associazione donne Nissà, e con il sostegno dell’Assessorato Cultura italiana della Provincia, Ufficio Educazione Permanente.

Si parlerà di cultura e di contesti assieme a svariati ospiti, dal sociologo Adel Jabbar ai musicisti di “Zio Cantante”, dagli scrittori Laila Wadia e Mauro di Vieste agli esperti d'arte Pietro Marangoni, Lorenzo Ferrarese e Yansu Wang, dalle proiezioni cinematografiche agli spettacoli teatrali, alla musica al convivio. Tutto questo è “Intrecci”: un modo per arricchire le nostre conoscenze delle altre culture, dell'altro inteso come prodotto culturale, risultato di molteplici contatti, realtà e cambiamenti. Della curiosità nei confronti del mondo, dei costumi, delle usanze, ma anhe l'occasione per misurare le reciproche contaminazioni, gli scambi tra culture lontane, accorgendoci che l'evoluzione dell'uomo è segnata dal contatto con i suoi simili, anche distanti nel modo di porsi, di vivere, di mangiare, di vestire, ma che imparano l'uno dall'altro ad adottare le cose che si apprezzano.

All’interno dell’iniziativa si è voluto anche dedicare uno spazio all’arte del fare il pane. E’ proprio il pane un elemento presente in tutte le culture che ha la capacità di riportarci ad una dimensione essenziale di vita. Simbolicamente legato alla fatica quotidiana, ci fa tornare alle cose importanti, quelle per cui vale la pena di spendersi. Il grano, elemento basilare del pane, è la vita e fin dall’antichità ha accompagnato l’esistenza dell’uomo in una combinazione sapiente di natura e cultura.

book 1822474 1280

La cultura nutre il desiderio di sconfinamento, tende a forzare i codici precedenti per raccontare e immaginare nuovamente il mondo. È un movimento inarrestabile, sempre presente nel mondo dall'alba dei tempi, che sa esplorare il limite tra dicibile e indicibile, sciogliere e aggrovigliare i fili del tempo. Tessere le memorie in attese rigenerate. Musica, cinema, danza, letteratura sono linguaggi permeabili che lasciano affiorare provenienze ibride, si incontrano e si frantumano per ricomporsi in forme rare e insolite, intrecciandosi poi e intraprendendo percorsi imprevisti. Le culture pertanto sono costantemente spurie, predisposte a impollinazioni d’idee, esperienze e bellezza.

Appuntamento con “Intrecci - Incontri nella piazza della Cultura”, il 9 e 10 novembre al Centro Trevi di Bolzano, per la cultura, per la nostra conoscenza e per il futuro.

Il programmaIntrecci 4

Last modified onMartedì, 13 Novembre 2018 21:06

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.