Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Al Cristallo di Bolzano due spettacoli su storie dimenticate

Due spettacoli importanti, in febbraio, al Teatro Cristallo di Bolzano: A) l'8 febbraio il Teatro Blu propone "Foibe". Un episodio importante della storia, trascurato per anni, che aveva visto dapprima i partigiani "titini", poi le forze militari della neonata Jugoslavia, uccidere, appunto nelle"foibe", cittadini italiani colpevoli di non voler essere sottomessi, perché dalmati e/o istriani di origini venete/veneziane e non parlanti slavo, ma soprattutto non sottomessi all'ideologia di Tito.

Oltre a tutto, sulle foibe è da chiarire che gli infoibati non erano affatto tutti fascisti, ma cattolici, azionisti, di altro orientamento (un morto nelle Foibe era il fratello di Pasolini, di "Giustizia e libertà"). Una storia da non dimenticare, quella delle foibe. ma dimenticata per decenni, a uso del comunismo filo-sovietico (anche dopo l'"apostasia" di Josip Tito...);

B) il 12 del mese, sempre al "Cristallo", Simone Cristicchi, cantante, attore e autore propone "Il secondo figlio di Dio", ossia "Vita, morte e miracoli" dedicato a David Lazzaretti, 1834-1878 (ucciso dal colpo sparato, forse "per errore" da un Regio Carabiniere...), il "profeta dell'Amiata", mistico e rivoluzionario di Arcidosso nel Grossetano (Monte Amiata), fondatore della "Chiesa giurisdavidica", riformatore religioso e politico (un socialista biblico), che, al di là di tutto, mise in discussione quello che per i cattolici è un sacramento, ossia la confessione auricolare. Un'altra storia lasciata cadere nel vuoto, con tutto che, a suo tempo, di David Lazzaretti s'erano occupati anche Giovanni Pascoli e Guy de Maupassant.

Eugen Galasso

Last modified onGiovedì, 02 Febbraio 2017 14:47

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.