Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Politica per gli allocchi

Pietro Nenni, quasi dimenticato leader dei socialisti italiani scomparso nel 1980, ha affermato una volta: in politica un puro trova sempre uno più puro che lo epura! Parole sante! Ne troviamo conferma guardando alle cronache politiche della città di Roma di questi ultimi mesi.

I 5Stelle hanno fatto a pezzi i PD al governo del Comune indicandoli al pubblico ludibrio per i loro contatti con le persone che sono risultate essere coinvolte come imputati nella vicenda del malaffare legato alle discariche dei rifiuti. Con questa gentaglia i PD parlavano al telefono, uscivano a cena. Insomma: si poteva dedurne che erano culo e camicia anche nei loschi affari.

Le elezioni sono andate nel modo che tutti sappiamo: i 5Stelle ora comandano il Comune di Roma, ed hanno messo a fare l’assessore all’ambiente – cioè ad occuparsi dei rifiuti – una gentile signora, invero un’esperta, che si è poi venuti a sapere è stata consulente dell’Azienda Rifiuti di Roma con compensi che pare siano nell’ordine del milione. Naturalmente non poteva non venire fuori che questa signora consulente, ora assessore, aveva contatti con quei figuri suddetti che trafficavano in rifiuti e discariche. Registrazioni telefoniche lo confermano.

Adesso quindi tocca a PD andare in giro a dire che si può dedurre che l’assessora fosse culo e camicia con questi tizi.
L’assessora sostiene che le telefonate “non sono penalmente rilevanti”, cioè che lei al telefono non parlava di affari con questi individui ma di altre questioni che nulla hanno a che vedere con il malaffare.

Ma sta di fatto che, torniamo a Nenni, il puro (la 5Stelle) ha trovato uno più puro (il pidiessino) che la sta epurando. Quello stesso puro pidiessino che prima è stato epurato dal puro 5Stelle.
Insomma, una cosa che fa cadere le braccia.

Perché devono essere persone, che si dicono, politiche a giudicare contenuto di telefonate, inviti a cena, incontri sul marciapiede, quando ci sono apposta i magistrati che devono fare questo mestiere, avendo gli strumenti e la preparazione professionale per trarre delle conclusioni se una certa azione sia o no “penalmente rilevante”?
Il garantismo sta tutto qui. Per gli allocchi invece funziona sempre l’attraente, e anche pagante a quanto pare, politica dello sputtanamento.
P.V.

Last modified onMartedì, 09 Agosto 2016 20:57

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.