Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Come si può contrastare l'antisemitismo

Chi scrive ritiene, sulla questione antisemita (ormai c'è, proprio come tale) che sarebbe utilissimo un insegnamento, assolutamente laico, della storia ebraica (che non può prescindere dalla Bibbia, almeno da quella parte che i cristiani chiamano "Antico Testamento") fino alla costituzione dello Stato di Israele, unica realtà democratica del Vicino-Medio Oriente.

Ciò contribuirebbe in maniera determinante a spazzar via (o almeno a relativizzare) quell'antisemitismo che deriva dall'ignoranza.

Quanto poi a un antisemitismo aprioristico, "ideologico", fondato su una presunta "cultura" ci sarebbe molto da dire e sarebbe un discorso diverso.

Quanto però a quell'antisemitismo del pregiudizio (gli Ebrei come "popolo deicida" e il cristianesimo fatica a liberarsi da queste sciocchezze...), esso verrebbe combattuto dalla conoscenza, finora assolutamente carente, incompleta, imperfetta, talora anche boicottata.

Eugen Galasso

Last modified onGiovedì, 26 Ottobre 2017 07:44

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.