religione e dintorni

religione e dintorni (19)

Due Papi messi a confronto da Antonio Socci

Tra le opere di fantascienza apocalittica involontaria si colloca da sempre Antonio Socci, scrittore e giornalista iper-cattolico, avversario di papa Bergoglio e ratzingeriano di ferro, nostalgico dell'era pre-conciliare, che ultimamente azzarda addirittura un paragone tra Ratzinger e Berlusconi che sarebbero due perseguitati.

Cardini che sostiene Padre Pio non convince

Ho sempre stimato Franco Cardini, grande storico non solo del Medioevo, come studioso e come entusiasta: mi convince meno, dico la verità, quando "puntella" il culto dei Santi e le reliquie di Padre Pio affermando che "Dio ha fatto le regole, riservandosi lo spazio per derogare. I santi, pregando per noi, inducono a rompere queste regole, come una centrale termonucleare che convince il mondo ad andare a rovescio" ( intervista da "La Nazione", 4 maggio, p.19). (read more - clicca sul titolo)

Tradizionalisti della Chiesa contro la papale "amoris laetitia"

I "Laudatores temporis acti" (se non solum temporis, etiam aetatis), ossia chi loda e rimpiange tempi e anche epoche passate lo fa non solo per puro amore del passato ma anche di ciò che questo incarna. Così l'"orrida genia" dei tradizionalisti cattolici e di quelli che, non dichiarandosi tali, sono però assimilabili a quelli. (read more_clicca sul titolo)

Il Papa è malato. Tra conferme e smentite, rimangono alcuni punti fermi.

La "quaestio", oltremodo vexata, se si debba comunicare, ossia dare ad extra, la notizia della malattia del Papa si ripropone con la notizia, appunto, del piccolo tumore cerebrale di Papa Francesco, Jorge Bergoglio, notizia data dal"Quotidiano nazionale", poi smentita dalla Sala Stampa Vaticana, non più guidata da Navarro Vals, notoriamente dell'Opus Dei, ma comunque ligia a un protocollo che forse papa Francesco vorrebbe cambiare.

 

Il "boom" provocato dalla comunicazione riguardante il tema ha fatto epoca, con un turbine di smentite, conferme, rettifiche, ma alcuni punti fermi rimangono:

 

A) la Sala Stampa ha riconosciuto tentativi (al di là del "complotto" eventuale, che è altro) di "boicottare il Sinodo dei Vescovi", allora in corso, magari delegittimando la linea dei vescovi tedeschi e anche del Papa, linea più "progressista", a favore dei vescovi conservatori, guidati (anche) dal Cardinale Scola, di CL (Comunione e Liberazione), che molti avrebbero voluto Pontifex...  ;

 

B) la notizia, confermata e poi smentita, ma non del tutto, dall'oncologo giapponese Fukushima, un luminare, sembra essere vera, ribadendo la non pericolosità, almeno per ora, dell'intervento...  

 

Andrea Cangini, direttore di "QN", è sempre stato molto fermo nel ribadire la veridicità della notizia, mettendo in guardia da teorie complottiste... , ma anche oltremodo misurato, alieno da "escapismi" laicisti o estremistici, ma il problema si pone: se oggi anche i dittatori non nascondono le loro défaillances fisiche, ciò dovrebbe valere a fortiori per i Papi.    

 

Eugen Galasso  

L'Irlanda vota si al referendum sul matrimonio tra gay, e il Vaticano parla di "offesa all'umanità"

Il referendum irlandese ha dato un risultato inequivocabile: più del 60% a favore delle nozze gay. Da persona scettica sul matrimonio gay - sono d'accordo con Paolo Poli, che ritiene più fruttuosa la trasgressione, più interessante il "frutto proibito del peccato", che lo è anche a livello etero, peraltro... - comunque convinta che il matrimonio classico sia tra uomo e donna, non per la procreazione, quello è un altro problema (ossessione solo cattolica, aggiungo, ma anche in quello schieramento i teologi più intelligenti ne fanno epochè), ritengo le dichiarazioni del Cardinal Parolin, segretario di Stato (Ministro degli Esteri) vaticano, per cui si tratterebbe di un'"offesa all'umanità" gravissime.

Un'intromissione grave, vista la vicinanza-contiguità tra Repubblica italiana e Vaticano, una dimostrazione, anche di poca prudenza da parte di un alto esponente dello Stato Vaticano, quando la prudenza è da sempre virtù iper-lodata in Vaticano. Contrariamente a Papa Bergoglio (che pure l'ha nominato), Parolin si è spinto troppo oltre, offendendo gay e non. 

Speriamo solo che i "laici", se ancora presenti, "battano un colpo" e così anche i cattolici "illuminati", sempre che ce ne siano ancora.   

Eugen Galasso

Improvvida la polemica tra vescovi e Lega sull'accoglienza degli immigrati.

Quanto mai improvvida l'uscita polemica del segretario della CEI Mons. Galantino sugli immigrati versus dichiarazioni, discutibili come tante altre di altri partiti, del segretario della Lega Salvini. 

Qui non si tratta tanto del merito, quanto del senso complessivo, della produzione di senso: in Italia, non essendoci spirito repubblicano come in Francia, non c'è separazione netta tra quanto dicono Chiesa cattolica (l'unica riconosciuta, omaggiata, praticata dai media) e Stato, né l'equiparazione tra tutte le chiese e le religioni che domina negli States. Ecco un problema, comunque: in nessun altro Stato, europeo e non, il Vaticano, ma anche la CEI (la conferenza dei vescovi italiani) hanno lo strapotere che hanno in Italy, complici i media che ne favoriscono la diffusione elefantiaca e proliferante dei messaggi.  

Tagged under

L'enciclica di Papa Francesco

Dopo l'"Evangelii Gaudium", redatta (pare) insieme con Benedetto XVI°, ora quest'enciclica, "Laudato si. Sulla cura della casa comune'" totalmente di Papa Francesco, è veramente "francescana", prendendo spunto dal "Cantico delle creature" di Francesco d'Assisi, di cui riporta i versi.
Enciclica "ecologica", "verde", si è detto e, siccome le encicliche sono pubblicate, cioè rese edotte ad gentes, ad rem publicam, a tutti/le persone di buona volontà, è lecito confrontarsi con esse in modo esplicito. 

Subscribe to this RSS feed