Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Voglia di autonomia in Veneto e Lombardia

I referendum sull'autonomia in Veneto e Lombardia o meglio il loro esito dimostrano due cose: A) La voglia di autonomia, soprattutto (ma non solo) fiscale funziona, ben oltre la volontà dei partiti (soprattutto di "centro-sinistra") di metterla in discussione.

Lo stato centrale è invenzione ottocentesca, veicolata dal potere sabaudo e a suo tempo accettata dai "rivoluzionari" Garibaldi e Mazzini, di cui non si metteranno mai abbastanza in rilievo le divisioni- la linea federalista (il socialista Proudhon, il federalista-democratico Cattaneo essendo stata invece scartata ab imo, colpevolmente, con l'appoggio alla linea "unitarista" del Vaticano, già a suo tempo preoccupato di perdere il "potere sulle anime"). Lo Stato nazionale dovrà tenerne conto; B) Una linea di rottura di tipo "catalano" non vale invece, né in Italia, né, probabilmente, in Spagna e nella stessa Catalunya. A parte l'abissale differenza, politico-culturale in primis ma anche economica, tra Catalunya (dove va la mia solidarietà ai Català per la repressione di tipo para-franchista subita, nella critica per i metodi scelti, però) e Südtirol, dove la destra SVP, Schützen etc. hanno ottenuto, anche negli ultimi anni, ben più di altri, Catalunya compresa...

Eugen Galasso

Last modified onLunedì, 23 Ottobre 2017 14:56

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.