intrecci

Un nuovo Rinascimento per Bolzano

Marco Schöpf è un interessante candidato nella lista della Lega, a sostegno del candidato Sindaco Roberto Zanin. E’ un nostro concittadino che ha fatto molte esperienze e che si dà da fare da anni soprattutto nel campo sociale e dell’istruzione. Vediamo di approfondire con lui la sua personalità, i suoi obiettivi politici e quelli della sua lista politica.

Lei Schöpf è una persona nota in città …
Una notorietà determinata dall'essere insegnante (nella formazione professionale) di materie tecnico-scientifiche dal 1986 e dall'aver interpretato molteplici ruoli e compiti nel mondo della scuola, ma anche rivestendo un ruolo nel volontariato culturale come vicepresidente della Dante Alighieri di Bolzano, o ancora, dall'essere Presidente di una delle 4 centrali della Cooperazione a livello provinciale (nello specifico AGCI coop italiane). Sociologo e pedagogista clinico per formazione, docente e cooperatore per lavoro, operatore del volontariato culturale per passione. Sposato, due figli.

Adesso ha deciso di darsi da fare in politica.
Il mio interesse alla politica risale a qualche anno fa, ma solo in questa occasione ho creduto fosse necessario mettermi in gioco candidando al Consiglio comunale del capoluogo. Da un decennio mi sono avvicinato al centrodestra, dapprima partecipando alla determinazione di un nuovo movimento politico, poi assumendo il ruolo di coordinatore regionale della comunicazione per un partito nazionale (Forza Italia).
Questa di candidato al Consiglio comunale è la mia prima vera avventura politica, credendo convintamente in un progetto forte che Lega, insieme ad altre forze del centrodestra, ha determinato. Abbiamo scritto un interessante progetto con argomenti semplici e chiari che costituiscono la logica alla base del progetto politico, argomenti come la collaborazione, la trasparenza ed il primario interesse pubblico. Questi i princìpi fondanti di una politica che a me piace, forse di aristotelica memoria, dove la politica viene davvero vista come pratica al servizio dei cittadini.
Ringrazio ancora l’On. Filippo Maturi per avermi offerto questa importante opportunità.

Ci dica Schöpf, quali sono i motivi che l’hanno convinto a candidare nella lista della Lega.
La Lega ha affrontato un nuovo corso, interpreta molto del mio sentire e del mio sistema valoriale. Nel passaggio da Lega Nord alla Lega Salvini Premier si è aperto uno spazio importante per i moderati, per i centristi che come me erano alla ricerca di una casa politica. Questo nuovo corso, unito ad un programma serio e forte, sono le ragioni che stanno alla base del mio desiderio di candidare, di portare anche il mio contributo per una Bolzano che possa tornare davvero a viversi come Capoluogo.

Bolzano è una città complessa, che vive una fase non proprio esaltante della propria storia. Come pensa che si dovrebbe intervenire per un suo rilancio?
Bolzano è una città meravigliosa, interessante, ricca di storia e crocevia di culture. Oggi appare in difficoltà sotto diversi profili, da quello della sicurezza percepita, a quello della viabilità, a quello dei servizi al cittadino, a quello non trascurabile del riuscire a portare il turista nella periferia della città. Può un turista fermarsi nel capoluogo mediamente 1,9 giorni? Significa che la città non dimostra attrattività al di fuori del Centro.
Portare sicurezza, migliorare la viabilità e rendere i luoghi della periferia oggi esistenti davvero attrattivi, non solo si può fare, si deve fare.
Noi proponiamo un utilizzo della tecnologia lungo diverse direttrici: attraverso la costruzione di un’applicazione che permetta alle persone di ricevere informazioni sui servizi ma anche sugli eventi culturali promossi nel capoluogo, capace di restituire al cittadino documentazione e formulari o che consenta di richiedere all’amministrazione comunale documenti personali.
Desideriamo orientare Bolzano al divenire Smart, una città intelligente, ovvero promuovere strategie di pianificazione urbanistica tese ad innovare e riorganizzare i servizi pubblici, così da mettere in relazione le infrastrutture materiali della città con il suo capitale umano, intellettuale e sociale.
Infine, desideriamo introdurre la Telemedicina, inserita nel nostro programma perché è un progetto che porterà indubbi vantaggi a malati, anziani e loro familiari. La telemedicina è la pratica della medicina a distanza, già realizzata in altri paesi del nord Europa e degli USA dove l'uso esteso della telemedicina è ritenuto un mezzo appropriato ed efficiente per migliorare la salute, ovviamente se condotto nel contesto di standard di cura appropriati.
Il mio lavoro – ci dice Marco Schöpf - mi ha portato a vivere esperienze all’interno del parco tecnologico, dove ho avuto modo di conoscere realtà capaci di dare risposta alle nostre idee. I contatti intercorsi negli ultimi mesi con diverse aziende altoatesine hanno determinato chiari e concreti orientamenti, idee da tradurre in realtà. C’è sicuramente molto da fare, ma ogni lungo viaggio inizia sempre con un primo passo.

Come Lega sostenete il candidato Sindaco Roberto Zanin. Una figura nuova.
Noi abbiamo elaborato un programma con 172 punti per portare Bolzano a vivere il suo Rinascimento, e pensiamo di farlo con Roberto Zanin come nostro alfiere. E’ una persona competente e determinata, un candidato sindaco scelto dalla Lega che sta trovando giorno dopo giorno, con il proprio impegno e con le sue caratteristiche di uomo aperto e dalle idee chiare, un crescente consenso nelle piazze.

Last modified onMartedì, 15 Settembre 2020 13:11

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.