Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Qualche spunto personale per inquadrare il risultato delle elezioni in Alto Adige

Viste da un Bolzanino scarsamente soggiornante in A. Adige-Suedtirol-un "foreign", ossia spesso "estraneo a" (Firenze dove abito è realtà davvero molto diversa), le recenti elezioni politiche in provincia di Bolzano  sembrano confermare che:

A) lo scollamento tra la città di Bolzano/Bozen, più "italiana", e la provincia, più "sudtirolese", è sempre forte;

B) i Sudtirolesi in provincia votano ancora massicciamente e conformisticamente (seguendo la curia e l'ex-"governatore" Durnwalder, a-e antiideologico, un "praticone" vien spesso da pensare) SVP - anche se è stato aperto un varco agli elettori di lingua tedesca per riconoscersi nei partiti della destra (certo non hanno cercato alternative al voto alla SVP nei "Gruenen" - già lista alternativa, ma con le gestioni recenti del partito l'alternatività è scarsa);

C) l'abbinamento con il Trentino si rafforza, con tutte le incognite che questo parallelo porta con se;

D) in città (BZ) forte affermazione dei "5 Stelle", dove una parte dei voti forse proviene da chi un tempo votava MSI e poi AN o simili e altri da uno scontento che in molti avvertono (ad onta del prof. ed ex assessore Viola, il "disagio italiano" c'è ancora, eccome, contro la vulgata per cui qui "tutto va bene"...).

Sono solo riflessioni da cui partire, del tutto "personali"...

Eugen Galasso

Last modified onLunedì, 26 Marzo 2018 20:24

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.