Annunci. Latitano le decisioni. E i 5 Stelle sempre più divisi. Il Governo è sempre più debole. E il Paese in crisi.

La continua emorragia cui è sottoposto da tempo il "Movimento 5 Stelle", che in realtà nasconde divergenze di fondo, decisamente comprensibili in una realtà "pre-politica" oltre che, almeno all'inizio (oggi meno, dato che domina la voglia di poltrone...), antipolitica come quella "grillina", segnala una debolezza del governo, debolezza che si manifesta anche sul versante PD, cui si aggiungono gli scricchiolii tra PD e "Italia Viva" di Renzi (incredibile vedere presente in questo schieramento l'ex-comunista Gennaro Migliore, che ormai percorrerà tutto lo spettro politico possibile...).

Decisamente la leadership di Conte sembra destinata a essere messa in discussione (finalmente, aggiunge chi scrive) probabilmente a favore di un altro leader (Franceschini, dice qualcuno, ma si fanno anche altri nomi), il che non toglie che la legislatura possa durare fino alla scadenza naturale, per l'attaccamento al vitalizio degli attuali deputati e senatori. Niente di nuovo sotto il sole, anche se a parole ...

Intanto, però, i problemi dei cittadini italiani in estrema difficoltà a causa della crisi permangono, anzi, grazie al vuoto politichese fatto di annunci e di nessuna decisione, si aggravano, come noto.

Eugen Galasso

Last modified onVenerdì, 26 Giugno 2020 11:18

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.