Tutti intorno al "lider maximo" Draghi. "Concordismo" che sarebbe opportuno fermare!

L'assembramento dei partiti politici intorno al "Drago" sembra sospetto.

Che esso sia motivato dall'occupazione di posti (ministeri, ma non solo, ovviamente, anche presidenze di enti-chiave nella vita economica e amministrativa) sembra normale, mentre più preoccupante è l'embrassons-nous, lo stringersi attorno al "lìder maximo" Mario Draghi, annullando tutte le differenze politiche (dagli anni 1990 in poi, tale processo sembra inarrestabile, nel nome del "superamento delle ideologie: una sciocchezza pericolosa), conformandosi a un "pensiero unico" che sarebbe veramente foriero della distopia orwelliana ("1984" e non solo) e post-orwelliana, dunque di un dittatura strisciante ma affermantesi progressivamente...

Una vera sciagura, sempre che non si riesca a fermarla, per cui bisogna sperare in "passi indietro" o almeno ripensamenti critici da parte dei partiti e delle forze in campo...

Un "concordismo" omologante sarebbe nefasto anche per lo stesso Presidente incaricato Mario Draghi.

Eugen Galasso
...

Last modified onMartedì, 09 Febbraio 2021 08:44

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.