18 marzo, la giornata in memoria del Covid

L'istituzione di una giornata della memoria per le vittime del Covid è un'iniziativa lodevole, ma forse prematura, dato che l'attuale 18 marzo vede un ulteriore picco di mortalità e di contagi, quale non si rilevava da mesi, in realtà.

Può essere che l'abitudine alle celebrazioni ufficiali abbia preso la mano a chi doveva decidere tale iniziativa, che sarebbe stata più opportuna se celebrata quando la memoria di ciò stava ormai alle spalle. Sarebbe comunque un'occasione per ribadire l'opportunità del vaccino, dopo un'interruzione della somministrazione del vaccino AstraZeneca in realtà difficile da spiegare e ancora di più da motivare.

Anche in quest'occasione siamo, ahimè, finiti impantanati in giornate di polemiche e di prese di posizione diverse da parte di scienziati ed "esperti". E questo quando ila composizione de comitato tecnico-scientifico è stata modificata da poco tempo.

Eugen Galasso

Last modified onGiovedì, 18 Marzo 2021 20:37
More in this category: « Enrico Letta, "federatore" del PD?

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.