Si ... salvini chi può!

"Si salvini chi può", viene da dire, dopo la comunicazione dei risultati delle elezioni europee e (pare) anche delle amministrative.

Personalmente, non credo ci sia da stracciarsi troppo le vesti, in quanto questo è anche l'esito di anni di sudditanza del PD, specialmente durante gli anni della presidenza della Repubblica di Napolitano, al rigore e all'austerity della troika (in Grecia sappiamo come le cose sono andate a finire...) e chi incarna o meglio pretende di incarnare la protesta ora celebra fasti immeritati, peraltro, governando da poco (sarà un anno all'inizio di giugno) e in alleanza-perenne contrasto con un Movimento (i"5 Stelle") in grave crisi dopo queste elezioni, lacerato al suo interno e forse incapace di risorgere dalle proprie quasi-ceneri...

Salvini dovrà dimostrare di non essere un leader di estrema destra, di non obbedire alle sirene del "fascismo" o di ciò che gli si avvicina molto, di saper usare toni pacati (non "moderati", parola che ormai non vuol dire quasi nulla), di sapersi confrontare realmente con dati economici tutt'altro che rassicuranti. Altrimenti , dopo lo zenith, subirà una débâcle che rischia di essere rovinosa, nel caso non sia capace di dimostrare di saper governare.

Gli altri partiti, d'altra parte, dovranno dimostrare di saper fare un'opposizione reale e concreta, non basata su improbabili teoremi relativi a nuove alleanze, spesso campate in aria...

Eugen Galasso

Last modified onLunedì, 27 Maggio 2019 17:27

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.