SEMINARIO SULLA DIDATTICA DELLA MATEMATICA PER COMPETENZE DEL CENTRO MORIN XLIV SEMINARIO NAZIONALE DEL CENTRO RICERCHE DIDATTICHE “UGO MORIN”

(20, 21, 22 AGOSTO 2015)

Concluso a Paderno del Grappa, presso gli Istituti Filippin, il XLIV Seminario Nazionale del Centro Ricerche Didattiche, per la matematica, “Ugo Morin” dal titolo: “SVILUPPARE COMPETENZE INSEGNANDO MATEMATICA. DIVENTARE COMPETENTI FACENDO MATEMATICA”. Tema, quello dell’insegnamento per competenze, ancora complesso e controverso; nonostante le Nuove Indicazioni Nazionali lo abbiano ufficialmente introdotto nella scuola (Quadro di riferimento europeo, 2006), è tuttora difficile attuarlo in classe: il rischio è quello di contrapporre la competenza alle conoscenze e alle abilità che, in realtà, non sono che articolazioni o aspetti della competenza, necessarie certo, ma che, da sole, non la realizzano.

I relatori si sono avvicendati per tre giorni affrontando i diversi aspetti della questione iniziando con l’articolazione delle competenze nei documenti ministeriali e le relative indicazioni europee, rivedendo le otto competenze chiave, analizzando le competenze argomentative, quelle linguistiche, le competenze legate alla soluzione di problemi, le competenze nelle prove ufficiali INVALSI e OCSE PISA, che almeno una parte dei nostri studenti affrontano nel corso della loro carriera scolastica, illustrando anche il quadro delle competenze KOM (KOM Project 2000, nasce in Danimarca, diretto da M. Niss) che ha ispirato le OCSE PISA, ecc. (dettaglio su http://www.centromorin.it/).

Il Presidente del Centro Ugo Morin, Mario Ferrari, ha posto l’accento sul fatto che la didattica per competenze, come viene chiamata, non è una delle tante mode che abbiamo visto invadere, come meteore, la scuola italiana, ma è una strada difficile anche per l’intervento ed il coinvolgimento internazionale a livello europeo, ardua, impegnativa, e produttiva, da seguire con la massima attenzione nei prossimi anni.

Com’è ormai consuetudine per i seminari di formazione del Centro Morin, di mattino si sono tenute sessioni plenarie su argomenti d’interesse generale, mentre il pomeriggio è stato dedicato all’attività laboratoriale suddivisa in gruppi di docenti per ogni specifico ordine e grado d’istruzione. Proprio i laboratori hanno proposto numerose buone pratiche, suggerimenti e suggestioni utili agli insegnanti e immediatamente spendibili in classe.

I relatori intervenuti sono stati Michele Pellerey, Università Salesiana Roma, Maria Pezzia, I.C. “A. Manzoni” (PV), Francesca Morselli, Università Torino, Lerida Cisotto, Università Padova, Pierluigi Ferrari, Università Piemonte Orientale, Luigi Tomasi, Centro Morin, Mirko Maracci e Anna Magenes, Università Pavia, Mariangela Chimetto e Silvano Rossetto, Centro Morin, Sergio Zoccante e Gianni Artico, Centro Morin.

Franco Boscolo

Last modified onDomenica, 05 Giugno 2016 14:10

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.