Capanna se ne esce con una proposta irrealizzabile

Mario Capanna, già leader studentesco del 1968, poi variamente impegnato in politica a sinistra ("Verdi Arcobaleno", "Democrazia Proletaria" etc. - ondivago, diremmo...), percettore di pensione quale ex deputato, pensione molto discussa, torna a far parlare di se, in senso politico stavolta.

Nel suo ultimo libro, ormai reclamizzato in TV, propone un "Parlamento mondiale", proposta più che "utopistica": irrealizzabile. Non fosse altro perchè, stante la diversità di sistemi politici vigenti nel mondo, nessuno di quelli esistenti rinuncerebbe al proprio a favore degli altri.

Tra l'altro, se anche (periodo ipotetico dell'impossibilità) il suo sogno si avverasse, probabilmente si istituirebbe un parlamento mondiale (e il governo? Viene da chiedere) nel quale prevarrebbe, come oggi in Europa, e non solo il centro-destra. Una vera beffa per l'ex (o tuttora?) "ultrasinistro" Capanna...

Eugen Galasso

Last modified onDomenica, 18 Luglio 2021 17:52

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.