Quanti bei momenti ci ha fatto passare la tua musica, caro Maestro Morricone!

Autore di moltissime colonne sonore, ma anche di musica classica e di canzoni ("Pinne, fucile ed occhiali", "Sapore di mare", "Se telefonando") Ennio Morricone, nato a Roma nel 1928, muore nella sua città, dove è stato compagno di scuola di Sergio Leone, il regista con cui ha collaborato più assiduamente ("Per un pugno di dollari", "Per qualche dollaro in più", "Il buono, il brutto e il cattivo", "Giù la testa", "C'era una volta il West", ma anche "C'era una volta in America"), dopo aver conseguito una pluralità di diplomi al Conservatorio romano di Santa Cecilia, dopo essere stato il vero trait d'union tra musica classica e musica ingiustamente chiamata "leggera".

Capace di individuare sempre il Leitmotiv, ma anche ciò che lo "contorna", ossia i temi "secondari", Morricone è sempre stato un vero esponente della musica migliore nel mondo. Direttore d'orchestra, compositore, arrangiatore, è raro trovare un musicista eclettico (ma nell'accezione migliore del lemma) come lui, ben lontano (gli invidiosi ci sono sempre) dal copiare da Bach o da altri, capace di spaziare attraverso una marea di attività rimanendo decisamente se stesso, fedele alla coerenza che lo ha sempre caratterizzato.

"Carico di premi" internazionali, tutti assolutamente meritati, ha fatto risaltare in molte sue composizioni (anche perché aveva anche un diploma di tromba) tale strumento, altrimenti quasi "bistrattato" o comunque quasi negletto.

Eugen Galasso

Last modified onLunedì, 06 Luglio 2020 15:40

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.