Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Scompare Johnny Hallyday

Scompare con Johnny Hallyday (nome d'arte, quello "borghese" era Jean-Philippe Smet), a 74 anni, l'anima "rock" della chanson française.

Accanto alle grandi melodie e alla poesia di Georges Brassens, Jacques Brel, Léo Ferré, Gilbert Bécaud, Charles Aznavour (ancora vivissimo, nonostante l'età), Jean Ferrat e pochi altri, Hallyday è stato l'anima rock della musica "leggera", ma intelligente e di qualità in Francia, con canzoni (pensiamo a "Que je t'aime" (quanto t'amo)e "L'aventure c'est l'aventure", capaci di sintetizzare il rock con la melodia, in maniera mai banale, anzi decisamente intelligente, senza voler "imitare"-scimmiottare Elvis Presley o altri...

Interprete di vari film, tra cui il migliore è "L'aventure c'est l'aventure" di Claude Lelouch (1972), accanto a Jacques Brel e Lino Ventura, Hallyday rimane un personaggio, gloria e icona (non solo sexy...) della Francia e del mondo.

Eugen Galasso

Last modified onMercoledì, 06 Dicembre 2017 15:20

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.