Scomparso Gianrico Tedeschi, attore vero, geniale, persona gentile e simpatica.

Gianrico Tedeschi, splendido centenario (aveva compiuto il secolo poco più di tre mesi fa), attore. Attore nel senso pieno e vero del termine. Purtroppo qualcuno (qualche sciocco) lo identificava con "quello delle caramelle" ... causa un suo, antico, spot per la TV ("Carosello"), spot nel quale comunque si vedeva subito che si aveva a che fare con un attore vero.

Diplomato a Roma, all'Accademia Nazionale del Teatro, il milanese Tedeschi, aveva lavorato con i maggiori registi italiani. Sotto la direzione di Strehler ha recitato in "Sotto i ponti di New York" di Maxwell Anderson, con Orazio Costa ha avuto ruoli da proagonista nella "Dodicesima notte"di Shakespeare, in "Tre sorelle"di Cechov, e ancora nella goldoniana "Locandiera". Con Strehler, ancora, nella "Vedova Scaltra" di Goldoni, nell'"Arlecchino servitore di due padroni" (Goldoni autore anche di questo, of course) e nell'"Opera da tre soldi"(Dreigroschenoper) di Brecht,, .

Negli States aveva partecipato alla celebre commedia musicale "My Fair Lady", con la direzione di Sven Larsen. All'inzio degli anni 1980 con Luigi Squarzina ha lavorato in varie messe in scena, da Shakespeare a Svevo, da Pirandello a Shaw. E stato anche attore nei ruoli del Teatro Stabile bolzanino, dove ha recitato in "Il maggiore Barbara" con la regia di Marco Bernardi.

Torna poi a recitare con Luca Ronconi in "La compagnia degli uomini"di Edward Bond, un autore britannico "ribelle".

Gianrico Tedeschi l'abbiamo visto anche in tanti film e sceneggiati originali TV (quelli che Sergio Saviane chiamava "fumeggiati"), sempre da grande professionista, e ancora tanta radio.

Attore vero, geniale, persona gentile e simpatica.

Ciao Gianrico.

Eugen Galasso

Last modified onMercoledì, 29 Luglio 2020 19:58

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.