Questo sito utilizza cookies tecnici, di profilazione anche di terze parti per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Continuando la navigazione o cliccando sul pulsante ACCETTO, ne consenti l'utilizzo.

Gentiloni adesso piace ... quasi ... a tutti!

Premessa. Non ho mai capito che cosa voglia dire "moderato": storicamente credo voglia dire non decidere, non situarsi politicamente, non fare scelte.

Anni fa, collega di una lista (sfortunata) di mistilingui, avevo ribadito il mio "non essere moderato", scandalizzando (e chi se ne importa?) vari colleghi. Sorry, ma ... persisto e firmo.

Ora, tanto per cambiare, tutti, dal centro-sinistra al centro-destra (chissà perché questa fissazione sul "centro" made in Italy? Colpa del Vaticano, versione Parolin (non Bergoglio!) o di altri, non so dirlo) si fanno sentire per portare in alto l'uomo che piace a tutti/e: Paolo Gentiloni. Il nostro Presidente del Consiglio in carica esordisce da giovane studente di estrema sinistra, ora è più centrista di Moro, di Fanfani, di non so chi... forse di Andreotti (che però aveva un'altra testa).

Aristocratico decaduto che, se non avesse fatto il politico, chissà che cosa avrebbe fatto... Oltre a tutto, è anche apprezzato da Mario Monti, altro motivo per respingerlo in pieno...

Invece piace in vaste aree del centro-destra... Solo Salvini pare fermo nel rifiutare in ogni modo la "resurrezione" di un suo governo...

Eugen Galasso

Last modified onLunedì, 18 Dicembre 2017 22:53

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.