summertime j

Punti di critica su questa gestione della formazione del nuovo governo italiano

Difficile esprimersi sul "puzzle" governo/governi/elezioni etc., ma alcuni punti sono, credo, fissi: A) Intollerabile la pressione UE su decisioni del popolo italiano. Non sono certo un nazionalista, ma finché durerà il sistema degli stati nazionali, nessun "esterno" può interferire nella querelle elettorale, tanto meno facendo pressione, come ha fatto Oettinger, commissario UE al bilancio, certamente in quota Merkel, anzi, CSU (l'ala bavarese, provenienza Strausss-Stoiber, responsabile, via banche, del crollo finanziario della Grecia e di altri stati); B) La coalizione ventilata Lega-Cinque Stelle ha dato pessima prova di sé, arrivando, con il post-fascista in quota "grillina" di Battista a premere indebitamente su Mattarella; C) Ferma restando la doverosa difesa, antifascista, del Presidente della Repubblica, si può ragionare su qualche suo errore; non convince la retorica del "capo dello Stato" da difendere sempre e totalmente "forever".... D) Penoso il PD di Martina (Renzi era più sfumato, comunque, oltre che più" scafato"....), schiacciato sull'europeismo sempre e comunque in modo acritico e indiscriminato....; E) Necessario che forze altre, da "sovranisti" o presunti tali e dal PD, ma anche dal "mondo cattolico" si facciano-rifacciano sentire. Dove sono socialdemocratici e altri ?

Eugen Galasso

Last modified onSabato, 02 Giugno 2018 12:19

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.