Dal PCI al PD, descrizione di una parabola

IL PCI, con tutte le critiche che gli si potevano rivolgere, era un partito con un'ispirazione ideale, discutibile (= da discutere), ma certa. Sappiamo che era la "mano longa" degli interessi sovietici (e delle Russia storica) in Italia e in Europa.

Dopo la "svolta" occhettiana della Bolognina, il PDS (Partito democratico della sinistra) era comunque radicato nel socialismo europeo, che di per sé, nel bene e nel male, è molto "plurale", ma è qualcosa. Ciò vale in misura già minore per i DS (dove scompare l'espressione partito, "di sinistra" invece rimane, assieme al sostantivo democratici), ma poi, con la denominazione (di chiara marca statunitense) "Partito Democratico", scompare ogni riferimento non dico al comunismo, ma anche al socialismo democratico, rimanendo la "melassa" "Partito Democratico", ma chi è cattivo e non giovane, come chi scrive, ricorda anche i riferimenti prima della formazione ufficiale , al "Democratic Party", americano, dove è impossibile dimenticare come questo sia stato anche il ricettacolo di politici decisamente non solo "di destra", ma di estrema destra (i governatore George Wallace, tra gli altri, poi "indipendente", fior di razzista; ma i nomi sarebbero legione...) (l'ascendenza "sudista" dei democratici è cosa storicamente definita).

La "fusione a freddo" (così il fondatore scettico Massimo D'Alema a suo tempo) convogliava ex-comunisti, ex-socialisti e socialdemocratici (ma non tutti, qui si aprirebbe una parentesi...), cattolici e "cattoliconi" (id est bigotti), gente vicina all'ex-politico, tuttora in campo come filosofo Rocco Buttiglione...

Ora, eventi come quelli di Genova (fischi contro il segretario Martina) fanno balzare all'occhio e segnano una crisi profonda, ulteriore e non solo passeggera di un partito che ha "arrancato" fin dall'inizio e che solo con la segreteria di Matteo Renzi aveva trovato una (oltremodo provvisoria) e discutibile ripresa.

Eugen Galasso

Last modified onMartedì, 21 Agosto 2018 15:23

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.